www.visitportugal.com

Live Chat

Igreja da Misericórdia de Aveiro

Igreja da Misericórdia de Aveiro

Monumenti

Chiesa della Misericordia di Aveiro
Il progetto iniziale, del 1585, è attribuito all’architetto italiano Filippo Terzi, sebbene l’edificazione del tempio religioso, basata su tale progetto, sia stata completata solo nel 1653, sotto la direzione del maestro portoghese Manuel Azenha.

Nella facciata, tra il rivestimento di azulejos del XIX secolo, risalta il grandioso portale di fattura classica, con decorazione barocca posteriore, in pietra calcarea. Nella parte inferiore, tra le quattro colonne corinzie, vi sono delle nicchie con immagini sacre. Nella parte superiore, le figure sono state sostituite da finestre, sottolineando al centro l’immagine in pietra di Nossa Senhora da Misericórdia. Completano il tempio lo scudo regio, la Croce di Cristo e una sfera armillare.

L’interno riflette una grandezza rigida, con una navata lunga ed estremamente alta, in cui risaltano azulejos de padrões del XVI secolo. Nella cappella maggiore è degna di nota la cupola rivestita di pietra di Ançã, abbondante nella regione, utilizzata in numerosi monumenti in quest’area del paese. Si notino infine il disegno del retablo, interessante da riprodurre e la decorazione del portale che si apre nella facciata del tempio.
Contatti

Indirizzo:
Rua de Coimbra, 27  3810-086 Aveiro


Calcolare
É necessário seleccionar um ponto de partida.

Esplora Esplora
Vedere di più
Cartina
Ricordare e Condividere
Lenka Vyhnalkova
Beautiful Algarve
TERESA CABACO
Photo by Lenka
Eventi Eventi
Vedere di più
António Zambujo
António Zambujo
Commento del musicista brasiliano Caetano Veloso, nel 2008, circa il cantante (...)
Ricerca avanzata
Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Hai dimenticato la password?
Effetua il login attraverso le reti sociali
*Attendere, per favore. *Le istruzioni di recupero password ti saranno inviate via e-mail. *E-mail non inviato. Tenta di nuovo.
Effetua il login attraverso le reti sociali