www.visitportugal.com

COVID-19 | Misure implementate in Portogallo

Misure introdotte nell`ambito della pandemia da COVID-19
[Aggiornamento del 3 maggio. Misure in vigore fino al 16 maggio.]

Durante lo scoppio della polmonite per il nuovo Coronavirus – COVID-19, il governo portoghese ha preso tutte le misure di salute pubblica necessarie per proteggere l'intera popolazione. L'analisi dell'evoluzione dell'epidemia è costante e l'implementazone di nuove misure sarà effettuata ogniqualvolta necessario.

Sono state decretate delle linee guida generali di comportamento, per cui tutte le persone dovranno seguire le seguenti regole:
- Distanziamento sociale;
- Lavaggio frequente delle mani;
- Uso obbligatorio della mascherina;
- Etichetta respiratoria.

Per prevenire la diffusione del virus e la possibilità di contagio, tutti i servizi dovranno adottare misure igienico-sanitarie secondo le indicazioni della Direzione Generale di Salute, con raccomandazioni specifiche per vari settori di attività. Nel turismo, è stato implementato il marchio "Clean&Safe", definito da Turismo de Portugal, che permette di generare maggiore sicurezza e fiducia nell'uso delle strutture ricettive, nei vari servizi turistici e attrazioni turistiche.

Nel caso degli Arcipelaghi di Madeira e delle Azzorre, i rispettivi governi regionali hanno promulgato alcune misure specifiche.

Informazioni dettagliate:
Misure nazionali - https://covid19estamoson.gov.pt/ (in portoghese)
Azzorre - www.visitazores.com / https://destinoseguro.azores.gov.pt 
Madeira - www.visitmadeira.pt www.madeira.gov.pt/Covid19 / https://covidmadeira.pt

Prima di viaggiare, è sempre necessario ottenere e confermare le informazioni relative a procedure e restrizioni nei paesi di origine e di destinazione, con la compagnia aerea e/o con i servizi per gli stranieri e le frontiere.

Sono state inoltre stabilite delle restrizioni fino al 30 aprileDal 15 marzo, l’uscita dal confinamento si realizzerà in quattro fasi, che potranno essere ritoccate ogni 15 giorni in base all’evoluzione epidemiologica.

  • Confinamento generale
    È stabilito l’obbligo di restare a casa. È vietato circolare nelle strade e negli spazi pubblici, fatta eccezione per gli spostamenti consentiti, ossia per:
    - acquisire beni e servizi;
    - accedere a servizi pubblici;
    - svolgere attività professionali (muniti di dichiarazione);
    - motivi di salute;
    - fornire assistenza a persone fragili;- frequentare le strutture scolastiche;
    - partecipazione a funzioni religiose;
    - spostamenti di breve durata al fine di svolgere attività, individualmente o in compagnia di persone con cui si coabita;
    - portare a passeggio gli animali domestici;
    - spostamenti necessari per entrare/uscire in/dal Portogallo continentale, inclusi gli spostamenti da/al luogo di alloggio;
    - ritorno al domicilio nell’ambito delle situazioni consentite;
    - rifornimento presso stazioni di servizio, nell’ambito degli spostamenti concessi.

  • 1a fase
    Le restrizioni sono state revocate il 15 marzo ma rimangono in vigore tra l'1 e il 16 maggio nel comune di Odemira
    - Apertura dei negozi fino alle ore 21:00 nei giorni feriali e fino alle 13:00 nel fine settimana e festivi per le consegne a domicilio, in portineria o per prendere i prodotti acquistati online (click and collect);
    - Apertura dei negozi di generi alimentari fino alle ore 21:00 nei giorni feriali e fino alle 19:00 al sabato, domenica e festivi;
    - È consentito l’acquisto di bibite in modalità asporto nei ristoranti o attività simili, ma la vendita di alcolici è vietata dalle ore 20:00 alle 6:00.;
    - Apertura delle librerie, biblioteche e archivi;
    - Aperture di parchi, giardini, aree verdi e luoghi di incontro;
    - sono consentiti i mercati e le fiere di prodotti alimentari se autorizzati dal Comune.
    Il funzionamento dei bar e dei ristoranti negli hotel è consentito solo per il servizio in camera ai clienti (room service) o per offrire pasti o prodotti confezionati (take away).
    Si riprende a consentire l’uscita dei cittadini portoghesi dal territorio continentale su rete stradale, ferroviaria, aerea, fluviale o marittima;

  • 2a fase
    Restrizioni revocate il 5 aprile ma mantenute tra l'1 e il 16 maggio nei comuni di Carregal do Sal e Resende

    - Apertura dei musei, monumenti, palazzi, gallerie d’arte e simili;
    - Apertura dei negozi fino a 200 m2 con ingresso diretto dalla strada;
    - Sono consentite, se approvate dal Comune, le fiere e i mercati non alimentari;
    - Apertura delle terrazze (concesso ai gruppi di al massimo 4 persone);
    - Attività motoria e allenamenti all’aperto fino a 4 persone;
    - Apertura delle piscine;
    - Apertura di campi da golf.

  • 3a fase
    Restrizioni revocate il 19 aprile ma mantenute tra l'1 e il 16 maggio nei comuni di cabeceiras de Basto e Paredes. 

    - Apertura di cinema, teatri, sale da concerto, sale da spettacolo;
    - Aperture di tutti i negozi e centri commerciali fino alle ore 21:00 e fino alle 13:00 del fine settimana e festivi;
    - Apertura di ristoranti, bar e pasticcerie fino alle ore 22:30 e fino alle 13:00 del fine settimana e festivi. Consentiti i gruppi di 4 persone in luoghi chiusi o 6 sulle terrazze;
    - Attività motoria e allenamenti all’aperto fino a 6 persone;
    - Eventi all’aperto con riduzione della capienza

  • 4a fase
    Dal 1 maggio, 
    tranne nei comuni di Odemira (mantenere le restrizioni della 1a fase); Carregal do Sal e Resende (mantenere le restrizioni del 2 ° fase); Cabeceiras de Basto e Paredes (mantenere le restrizioni del 3º fase)
    - Apertura dei ristoranti, bar e pasticcerie fino alle ore 22:30. Consentiti i gruppi di 6 persone nei luoghi chiusi e 10 sulle terrazze;
    - Grandi eventi all’aperto e in spazi chiusi con riduzione della capienza 

  • Spostamenti nel territorio portoghese / Frontiere 
    La circolazione sul confine con la Spagna è stata ripristinata.
    I cittadini portoghesi o i cittadini legalmente residenti in Portogallo provenienti da Brasile, Cipro, Croazia, Francia, India, Lituania, Paesi Bassi, Sudafrica e Svezia, che entrano in Portogallo per via terrestre dovranno rispettare un periodo di quarantena di 14 giorni presso il domicilio o presso un luogo indicato dalle autorità sanitarie.

    Chiunque sia obbligato a rispettare l'isolamento profilattico di 14 giorni in Portogallo deve registrarsi presso SEF - Servizio per gli stranieri e le frontiere prima di entrare nel paese su https://travel.sef.pt.

  • Viaggi nelle Azzorre e negli Arcipelago di Madeira
    I passeggeri dei voli diretti all’arcipelago di Madeira dovranno adempiere a una delle opzioni seguenti:
    - Presentare un test con risultato negativo al COVID-19, realizzato entro le 72 ore precedenti all’imbarco;
    - Presentare, all’arrivo, un certificato medico rilasciato negli ultimi 90 giorni che attesti che il viaggiatore è guarito dal COVID-19;
    - Presentare un certificato di vaccinazione al COVID-19, rispettando il tempo di attivazione del sistema immunitario, come previsto dal riassunto delle caratteristiche del prodotto (RCP);
    - Eseguire il test all’arrivo e attendere il risultato in isolamento; 
    - Rispettare volontariamente, per un periodo di 14 giorni, l’isolamento presso il proprio domicilio o in una struttura alberghiera.
    Maggiori informazioni in www.visitmadeira.pt e https://madeirasafetodiscover.com.

    I passeggeri che volano verso l'arcipelago delle Azzorre dovranno presentare la prova  di realizzazione del  test al COVID-19 effettuata 72 ore prima della partenza del volo.
    Se la durata del soggiorno è pari a 7 o più giorni, il sesto e il dodicesimo giorno successivo alla data del primo test di Covid-19, il passegero deve contattare l'autorità sanitaria del comune in cui si trova, per effettuare un nuovo test.
    I passeggeri provenienti da zone considerate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come zone di trasmissione comunitaria attiva o con catene di trasmissione attive del virus SARS-CoV-2, sono obbligati a presentare, prima dell’imbarco, un documento emesso da un laboratorio, nazionale o internazionale, che attesti la sottoposizione ad un test RT-CPR con risultato negativo, realizzato nelle 72 ore antecedenti alla partenza, con destinazione finale Azzorre. Questa obbligatorietà non si applica ai passeggeri con età uguale o inferiore ai 12 anni e a situazioni di carattere umanitario autorizzate dall’Autorità Sanitaria Regionale.
    Maggiori informazioni sul sito: www.visitazores.com

  • Voli nell'Unione Europea e nello spazio Schengen
    La ripresa delle rotte aeree con i paesi dell'Unione europea, nonché nello spazio Schengen, è soggetta alle restrizioni presenti alle frontiere e all’andamento dell’epidemia in tutto il mondo. Pertanto, prima di effettuare un viaggio, è importante consultare gli avvisi e le restrizioni forniti dai servizi esteri e di frontiera, sia nel paese in cui inizia il viaggio, sia in Portogallo (www.sef.pt).

    Il sito web dell'Unione europea https://reopen.europa.eu fornisce informazioni su ogni paese in merito alle frontiere, ai mezzi di trasporto disponibili, alle restrizioni di viaggio, alle misure sanitarie e di pubblica sicurezza, nonché ad altre informazioni pratiche per i viaggiatori.

    Le normative in vigore a livello mondiale sono disponibili presso il Travel Centre della IATA (Associazione internazionale del trasporto aereo).

  • Voli da / per il Portogallo
    - Paesi dell’Unione Europea o di Stati membri dello Spazio Schengen:
    Paesi il cui tasso di incidenza sia uguale o superiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni - Germania, Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Grecia, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.
    Sono permessi solo i viaggi essenziali
    Passeggeri dovranno presentare il referto – con risultato negativo – del test molecolare al COVID-19, realizzato entro le 72 ore precedenti all’imbarco

    Paesi il cui tasso di incidenza sia uguale o superiore a 500 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni - Brasile, Cipro, Croazia, Francia, India, Lituania, Paesi Bassi, Sudafrica e Svezia
    Sono permessi solo i viaggi essenziali
    Passeggeri dovranno presentare il referto – con risultato negativo – del test molecolare al COVID-19, realizzato entro le 72 ore precedenti all’imbarco
    S’impone l’obbligo di rispettare, dopo l’ingresso in Portogallo continentale, un periodo di isolamento precauzionale di 14 giorni, presso il domicilio o un luogo indicato dalle autorità sanitarie

    - Voli provenienti dall’Australia, Cina, Corea del Sud, Nuova Zelanda, Ruanda, Singapore, Thailandia e dalle regioni amministrative speciali di Hong Kong e Macau;

    - Voli da e per altri Paesi (non facenti parte dell’Unione Europea o non aderenti allo Spazio Schengen) esclusivamente per i viaggi essenziali;

    - Voli che permettono il rientro in Portogallo a cittadini portoghesi o stranieri con permesso di soggiorno in Portogallo e voli che permettono il rientro nel proprio Paese a cittadini stranieri al momento in Portogallo, a condizione che questi voli siano promossi dalle autorità competenti di quegli stessi Paesi.

    - I voli da Irlanda, Finlandia, Islanda e Malta non hanno restrizioni, ma i passeggeri devono presentare un test COVID-19 (RT-PCR) negativo eseguito non oltre 72 ore prima della partenza.

    Tutti i passeggeri dovranno presentare il referto – con risultato negativo – del test molecolare al COVID-19, realizzato entro le 72 ore precedenti all’imbarco, eccetto i bambini che non abbiano ancora compiuto i 24 mesi.

  • Chi ha l’obbligo di rispettare un periodo di isolamento precauzionale di 14 giorni in Portogallo potrà registrarsi, prima dell’arrivo, al SEF - Serviço de Estrangeiros e Fronteiras (Servizio Stranieri e Frontiere), su https://travel.sef.pt.
    L’isolamento precauzionale non è richiesto a:
    - ai passeggeri che viaggiano per necessità e la cui permanenza nel territorio portoghese, comprovata dal biglietto di ritorno, non superi le 48 ore;
    - passeggeri che viaggiano esclusivamente con il fine di partecipare a competizioni internazionali a livello professionale, come indicato nell’allegato IV del Regolamento nº 3838-A/2021;
    - passeggeri facenti parte di delegazioni straniere tenute a partecipare agli incontri relativi alla Presidenza Portoghese del Consiglio dell’Unione Europea.

  • Si definiscono “viaggi essenziali” quei viaggi che consentono il transito, l’ingresso o l’uscita dal Portogallo per motivi professionali, di studio, di ricongiungimento familiare, di salute o per motivi umanitari.
    Nei viaggi essenziali, i cittadini nazionali e stranieri con residenza legale in Portogallo e il personale diplomatico accreditato in Portogallo che, eccezionalmente, non presentano il test, dovranno farlo all'arrivo, in aeroporto e a proprie spese. Ai passeggeri stranieri che si imbarcano senza il test eseguito, verrà rifiutato l'ingresso nel territorio nazionale, incorrendo la compagnia aerea in una contravvenzione.

  • Gli aeroporti portoghesi (Lisbona, Porto, Faro, Ponta Delgada e Funchal) hanno attuato diverse misure per garantire la sicurezza di tutti,  collaboratori e passeggeri. È stato implementato un sistema di misurazione della temperatura corporea al arrivo. Sarà anche richiesta la compilazione di un modulo delle Autorità Sanitarie Portoghesi affinché i passeggeri lascino il loro contatto nel caso in cui si verifichi un caso di COVID-19 a bordo.
    Ulteriori informazioni su: https://www.ana.pt/en/passenger-guide/what-you-need-to-know/covid-19

    Link utili con informazioni sui voli da/per il Portogallo:
    www.flytap.com 
    www.ana.pt/en/corporate/ana/flight-restrictions
    www.azoresairlines.pt 
    www.ryanair.com 
    www.airfrance.pt 
    www.lufthansa.com
    www.eurowings.com
    www.easyjet.com
    -
    www.airtransat.com
    - www.airmalta.com

    Nel territorio portoghese, i viaggiatori provenienti da aree colpite che presentano sintomi indicativi di malattie respiratorie, durante o dopo il viaggio, devono contattare immediatamente il Servizio Sanitario Nazionale su 808 24 24 24 (SNS24).

    Se sei in visita in Portogallo e desideri effettuare il test per il Covid-19 all'arrivo, prima della partenza o in qualsiasi altro momento nel territorio continentale e nell'isola di Madeira, puoi farlo presso uno degli ospedali e delle cliniche aderenti al  Portugal Health Passport (Passaporto Sanitario Portoghese), dove riceverai un'assistenza personalizzata nella tua lingua. Il test per il Covid-19 deve essere prenotato con una visita medica e i risultati saranno disponibili entro 72 ore. Per maggiori informazioni scrivere a test.covid19@portugalhealthpassport.com 

    Se sei un cittadino straniero e ha bisogno di contattare la sua ambasciata, controlli il sito del Corpo Diplomatico in Portogallo: www.portaldiplomatico.mne.gov.pt/rede-diplomatica/corpo-diplomatico-em-portugal 

  • Viaggi di cittadini portoghesi fuori dal Portogallo
    Se sei portoghese o risiedi in Portogallo, nel caso in cui abbia un viaggio prenotato, dovrà  consultare le restrizioni in ogni paese sul Portale das Comunidades:
    Avvisi - www.portaldascomunidades.mne.pt
    Consigli ai viaggiatori  - www.portaldascomunidades.mne.pt/pt/conselhos-aos-viajantes

    Se è in viaggio e ha bisogno di assistenza nel suo ritorno in Portogallo, il Ministero degli Affari Stranieri offre due linee:
    Linea di emergenza per i viaggiatori - gec@mne.pt / +351 217 929 714 / +351 961 706 472

  • Imbarco e sbarco di crociere turistiche
    L'imbarco e lo sbarco dei passeggeri nei porti portoghesi è vietato, tranne nel caso dei passeggeri residenti

  • Trasporti 
    Uso obbligatorio delle mascherine.
    Il trasporto pubblico è limitato a 2/3 della capacità.
    Nei taxi / TVDE, i sedili anteriori devono essere utilizzati solo dal conducente, e lo spazio occupato dai passeggeri non può superare 2/3 dello spazio rimanente.

  • Noleggio auto
    I veicoli con una capacità massima di 5 passeggeri, potranno essere occupati per intero se appartengono alla stessa famiglia.
    Se il veicolo ha una capacità superiore a 5 passeggeri, la sua capacità è limitata a 2/3 del totale, a meno che i passeggeri facciano parte della stessa famiglia.

  • Vendita e consumo di bevande alcoliche
    È vietata la vendita di bevande alcoliche nelle aree di servizio e, a partire dalle 21:00, in tutti i negozi, supermercati e ipermercati inclusi.

  • Golf
    I campi da golf sono aperti. Le misure specifiche stabilite dalla Federazione portoghese di golf sono disponibili su www.fpg.pt.

  • Alloggio
    Durante il mese di giugno, gli alloggi turistici riprenderanno la loro attività, essendo possibile adottare il marchio "Clean&Safe" implementato da Turismo de Portugal, che permette di identificare gli stabilimenti e i servizi che hanno adottato misure di igiene e sicurezza rafforzate.
    Dato che non è stata determinata una limitazione generale di occupazione, ogni struttura deve definire un piano di emergenza da applicare in un contesto COVID-19, con norme e regole di movimento e fruizione degli spazi, individuali o comuni, nonché procedure di igiene e pulizia.

  • Campeggi
    I campeggi e le aree di servizio per i camper devono avere una capacità massima limitata a 2/3 dell'area.

Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Effetua il login attraverso le reti sociali
Effetua il login attraverso le reti sociali

Questo sito usa cookies per ottimizzare l'esperienza di navigazione e non conserva dati d'identificazione degli utenti.
Potete disattivare questa funzione nella configurazione del browser. Per saperne di più consultate i Termini d’uso e trattamento dei dati personali

close