www.visitportugal.com

Braga - Itinerario accessibile

Mapa de Braga - Itinerário Turístico Acessível
Photo: ICVM / Turismo de Portugal
Photo: ICVM / Turismo de Portugal

Nella città fondata dall’imperatore romano Augusto più di duemila anni fa è possibile percorrere un itinerario accessibile, con facilità e in sicurezza.

Nel centro storico, visto che la maggior parte delle vie sono in piano e la pavimentazione si presenta regolare e ben conservata, si circola facilmente anche grazie alle numerose vie pedonali mentre gli spazi verdi permettono di fare una sosta e di riposarsi lungo il percorso. Gli attraversamenti pedonali sono accessibili, in gran parte livellati, e garantiscono una circolazione senza ostacoli. Soltanto alcuni hanno sinalizzazione tattile e sinalizzazione luminosa e sonora, tuttavia sono correttamente segnalati, e il rischio per i pedoni è quindi minimo.

Seguite l’itinerario nella cartina

Arco da Porta Nova (1) - Igreja do Pópulo (3) - Museu dos Biscainhos (2) - Sé e Tesouro da Sé (4) – Capela de Nossa Senhora da Torre (5) - Igreja Santa Cruz (10) – Igreja São Marcos (11) – Palácio do Raio (12) – Jardim da Avenida Central (15) – Basílica dos Congregados (14) – Igreja da Lapa ((7) - Castelo de Braga (8) - Jardins de Santa Bárbara (6)


Arco da Porta Nova

Per iniziare la visita, suggeriamo di partire dall’ Arco da Porta Nova (1), che ricorda una delle entrate attraverso le antiche mura medievali. Seguendo la prima via a sinistra (Rua Dom Frei Caetano Brandão), si trovano i primi punti di interesse dell’itinerario. Nella Igreja do Pópulo (3), chiesa del XVIº  secolo, dall’entrata accessibile e con ampi spazi interni, si segnala la decorazione del XVIIIº secolo, in cui risaltano i pannelli di azulejos, bianchi e azzurri. All’uscita della chiesa, seguite la Rua dos Biscainhos, la via dove si erge un palazzo del Seicento, oggi trasformato in museo, Museu dos Biscainhos (2) che raccoglie una notevole collezione di arti decorative dei secoli che vanno dal XVIIº al XIXº.

Riprendendo la Rua do Arco da Porta Nova, se avete tempo, potrete visitare un altro museo, Museu da Imagem, e poi continuate lungo la via pedonale che rappresenta l’asse centrale dell’itinerario. Nel secondo isolato, suggeriamo di girare a destra e prendere la via Rua do Cabido per raggiungere la cattedrale, la Sé de Braga (4). 

Sé de Braga

È la più antica cattedrale del Portogallo, un vero emblema della città. Fu fatta costruire nel XIIº secolo da Dom Henrique e Dona Teresa, i genitori del primo re del Portogallo, D. Afonso Henriques. Tutta l’area circondante è accessibile, cosi come l’entrata. Superando una piccola scalinata, si può visitare anche il tesoro della cattedrale, nel Museu do Tesouro da Sé.

Usciti dalla cattedrale, continuate sulla sinistra sino a raggiungere la barocca Capela da Senhora da Torre, una cappella eretta nel XVIIIº secolo in segno di ringraziamento perché la città di Braga era stata risparmiata dal devastante terremoto del 1755. Nell’edificio adiacente si trova un museo, il Museu Pio XII. L’accesso alla cappella non è agevole a causa di una scalinata e di altre barriere all’interno. Sul lato sinistro della cappella, attraversate l’arco per arrivare a una piazza, Largo de Santiago, e, poi, continuando a sinistra, seguite la via Rua do Anjo. Alla fine della via, in una piazza, Largo Carlos Amarante, si trova la Igreja de Santa Cruz (10), chiesa del XVIIº secolo, e la Igreja de São Marcos (11), chiesa barocca del XVIIIº secolo. Alle spalle della chiesa, c’è l’emblematico Palácio do Raio (12), singolare palazzo civile che risale al XVIIIº secolo, e nel quale si trova il Centro Interpretativo das Memórias da Misericórdia de Braga.

Proseguendo lungo la via Rua do Raio, incontrerete sulla sinistra un viale pedonale, la Avenida da Liberdade, e un bel parco, il Jardim da Avenida Central (15), il luogo ideale per fare una sposta e riposarsi. Al suo interno vari ristoranti, locali con tavolini all’aperto e negozi, fra i quali si segnala lo storico caffè “A Brasileira” (9). Al centro della Avenida do Jardim, si può visitare la Basílica dos Congregados (14), in stile rocaille, opera di André Soares, architetto del XVIIIº secolo, un punto di riferimento del patrimonio architettonico di Braga.

All’estremità del parco, dalla piazza Largo do Barão de São Martinho, si raggiunge agevolmente la via Rua do Souto a pochi minuti di distanza da una chiesa, Igreja da Lapa (7) e dal castello medievale, Castelo de Braga (8), di cui rimane soltanto il maschio, una delle cinque torri che difendevano la città. 

Riprendendo l’asse principale dell’itinerario tornerete alla Porta Nova, e potrete anche attraversare un parco, Jardins de Santa Bárbara, vicino alla piazza centrale, Praça do Município, che è abituale luogo di sosta nelle passeggiate per la città. 

Durante la visita vedrete molti altri monumenti che rispecchiano l’importanza di Braga come uno dei principali centri religiosi del Portogallo. La città fa parte degli itinerari mariani e si trova lungo il Cammino di Santiago. Le celebrazioni della Settimana Santa, alle quali viene dato ampio risalto nel calendario liturgico, attraggono sempre molti visitatori.

L’itinerario potrà essere completato con una visita al Museu de Arqueologia D. Diogo de Sousa, che però si trova lontano dal centro storico. È un museo con sale accessibili che illustra la storia della città, in particolare le sue origini romane. Il nome del museo ricorda l’arcivescovo del XVº secolo (1461-1532), al quale si deve la ricostruzione della città e la raccolta e lo studio di gran parte dei reperti archeologici.


Ricerca avanzata
Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Hai dimenticato la password?
Effetua il login attraverso le reti sociali
*Attendere, per favore. *Le istruzioni di recupero password ti saranno inviate via e-mail. *E-mail non inviato. Tenta di nuovo.
Effetua il login attraverso le reti sociali

Questo sito usa cookies per ottimizzare l'esperienza di navigazione e non conserva dati d'identificazione degli utenti.
Potete disattivare questa funzione nella configurazione del browser. Per saperne di più consultate i Termini d’uso e trattamento dei dati personali

close