www.visitportugal.com

Óbidos

Castelo
Luogo: Óbidos
Photo: Francisco de Almeida Dias
Photo: Francisco de Almeida Dias

Da non perdere
  • salire sulle mura
  • bere una Ginjinha in un bicchierino di cioccolato

La cittadina medievale di Óbidos è una delle più pittoresche e meglio conservate del Portogallo.

Non distante dalla capitale e situata su un’altura vicino alla costa atlantica, Óbidos ha avuto in passato un’importanza strategica. I primi insediamenti risalgono a un periodo anteriore all’arrivo dei romani nella Penisola Iberica, il borgo, però, comincia a svilupparsi verso la fine del XIII secolo, quando il re D. Dinis lo offre alla consorte Isabel ed entra a far parte della Casa das Rainhas (il patrimonio delle regine). Ne risultarono, nel corso dei secoli, notevoli benefici che spiegano la presenza di numerose chiese in questa piccola località.

All’interno delle mura, troviamo un castello ben conservato e un labirinto di vie fiancheggiate da case bianche che affascina chi le percorre. Ci sono molti motivi per visitare la cittadina, i portali in stile manuelino, le finestre ornate di fiori e le piazze, oltre a begli esempi di architettura religiosa e civile dei suoi tempi aurei.

Fra i monumenti che meritano di essere visitati con attenzione segnaliamo tre chiese, l’Igreja Matriz de Santa Maria, l’Igreja da Misericórdia, e l’Igreja de São Pedro, il Pelourinho (colonna della gogna) e, all’esterno delle mura, l’Acquedotto e il Santuário do Senhor Jesus da Pedra, a pianta centrale. Nel Museu Municipal de Óbidos, da vedere le opere di Josefa de Óbidos, una notevole pittrice del XVII secolo, dal comportamento artistico irriverente. Nei suoi quadri si riflette l’influsso dei grandi maestri dell’epoca, come gli spagnoli Zurbarán e Francisco de Herrera, o i portoghesi André Reinoso e Baltazar Gomes Figueira, suo padre.

Qualsiasi periodo dell’anno è indicato per visitare Óbidos. Le storie d’amore che là si raccontano e l’atmosfera medievale che vi si respira sono un ottimo motivo per trascorrervi un fine settimana romantico o soltanto tranquillo. Se poi si sceglie di pernottare nel castello allora lo scenario sarà veramente perfetto.

Nella gastronomia locale, spicca la zuppa di pesce della Lagoa de Óbidos, da abbinare con i vini della Região do Oeste. Un’altra specialità è la famosa Ginjinha di Óbidos (bevanda alcolica al gusto di ciliegia), che si può assaggiare in vari posti, preferibilmente servita in un bicchierino di cioccolato.

Durante tutto l’anno, vari eventi animano la cittadina, i più frequentati sono il Festival Internazionale del Cioccolato, il Mercato Medievale e il Natale, in cui il borgo viene abbellito con ornamenti allusivi alla festività. Da segnalare inoltre, la Stagione di Musica Classica Barocca, il Festival di Clavicembalo e il Festival dell’Opera che danno a Óbidos un’atmosfera speciale, con spettacoli all’aperto nelle calde serate estive.

Nei pressi, il lungo arenile di Praia d’El Rey, dove gli amanti del golf troveranno un campo con veduta sull’oceano. Passando la città di Caldas da Rainha, la cui storia è anch’essa legata alla Casa das Rainhas, si trova la spiaggia di Foz do Arelho, fra la Lagoa de Óbidos (antico golfo marino) e l’oceano. Un bel posto per un pranzo a base di frutti di mare e pesce fresco o per passeggiare in riva al mare all’ora del tramonto.


Ricerca avanzata
Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Hai dimenticato la password?
Effetua il login attraverso le reti sociali
*Attendere, per favore. *Le istruzioni di recupero password ti saranno inviate via e-mail. *E-mail non inviato. Tenta di nuovo.
Effetua il login attraverso le reti sociali

Questo sito usa cookies per ottimizzare l'esperienza di navigazione e non conserva dati d'identificazione degli utenti.
Potete disattivare questa funzione nella configurazione del browser. Per saperne di più consultate i Termini d’uso e trattamento dei dati personali

close