www.visitportugal.com

Live Chat

Fátima, un viaggio sull’altare del mondo

Fátima
Luogo: Fátima
Photo: Fátima
Photo: Fátima

Il Santuario di Fátima, che nel 2017 ricorre il suo centenario, è uno dei più importanti punti di riferimento del culto mariano, meta di pellegrini provenienti da tutto il mondo.

Il posto dove si trova il Santuario di Fátima, la Cova da Iria, era fino al 1917 un luogo del tutto sconosciuto nel comune di Ourém, nella frazione di Fátima. Quell’anno, un evento religioso ha cambiato per sempre la sua storia: la Madonna, la Vergine del Rosario, apparve più volte a tre piccoli pastori, Jacinta e i suoi cugini Francisco e Lúcia. All’inizio, la Chiesa fu piuttosto riluttante a riconoscere il fenomeno miracoloso, che, invece, riscosse subito grande adesione popolare. Soltanto nel 1930, il vescovo di Leiria ritenne veritiere le testimonianze sulle apparizioni, e da quel momento la località ebbe un grande sviluppo, così che Fatima è divenuta dapprima una vila (cittadina), nel 1977, e poi una cidade (città), nel 1997.

La fama mondiale del Santuario è cresciuta durante il pontificato di Giovanni Paolo II, grande devoto della Madonna di Fátima che, nel 1982, visitò il Santuario per ringraziare la Madonna per essere sopravvissuto a un attentato di cui era stato vittima l’anno precedente. Nel 2000, durante la sua terza visita a Fatima, annunciò la beatificazione di Jacinta e Francisco, ai quali il Vaticano riconobbe il miracolo di una cura.

Il 13 maggio è la data in cui avvenne la prima apparizione, alla quale ne seguirono altre sempre il tredicesimo giorno di ogni mese sino a ottobre, ed è il giorno delle principali cerimonie religiose di Fátima. Uno dei momenti più importanti è la Procissão das Velas (Processione delle Candele), nella notte del 12 maggio, quando migliaia di candele portate dai fedeli, che riempiono la grande spianata del Santuario, creano un’atmosfera magica, di comunione e devozione religiosa. Una cerimonia impressionante come quella della Procissão do Adeus (Processione dell’Addio) del giorno 13.

Ogni mese, soprattutto nei giorni 12 e 13, migliaia di pellegrini giungono a Fátima guidati dal richiamo della fede. Arrivano qui da diverse zone del paese, molti di loro a piedi seguendo sentieri e strade di campagna. Per facilitarne gli spostamenti sono stati creati quattro Cammini di Fátima segnalati – il Cammino del Tago, il Cammino del Nord, il Cammino di Nazaré e il Cammino della Costa –, che possono essere agevolmente seguiti anche da chi non conosce a fondo la regione utilizzando i segnavia sul terreno.

Anche chi non crede non rimane indifferente quando entra nel Santuario, per la sua grandiosità, per la spiritualità che si sente nel luogo e per il simbolismo.

Entrando nel Recinto delle Preghiere, si vede sul fondo la Basílica de Nossa Senhora do Rosário de Fátima (Basilica della Madonna del Rosario) con una alta torre di 65 metri. Al centro, il Monumento al Sacro Cuore di Gesù e, su uno dei lati, c’è la Cappella delle Apparizioni, che si trova proprio dove la Madonna aveva chiesto ai piccoli pastori di costruire una cappella.

Sul lato opposto, è stata inaugurata nel 2007 un’altra chiesa, l’Igreja da Santíssima Trindade - Basílica Menor, moderna opera architettonica con 125 metri di diametro, senza alcun sostegno intermedio, e con posti a sedere per circa 8700 persone. Il progetto è dell’architetto greco Alexandros Tombazis, con interventi di altri artisti, come i portoghesi Álvaro Siza Vieira e Pedro Calapez. All’esterno, una Croce Alta in bronzo, opera del tedesco Robert Schad.

Nel 2017 il centenario delle apparizioni mariane sarà celebrato con un ricco programma di eventi (concerti, mostre, rappresentazioni), che vivrà il suo momento clou nei giorni 12 e 13, quando alle celebrazioni presenzierà Sua Santità Papa Francesco.

Nel posto, oltre al Santuario, si possono visitare alcuni musei, Museu de Arte Sacra e Etnologia, Museu de Cera, Museu Fátima 1917 e il Presépio e Aldeia de Belém Animados.

A circa 2 km, si trova Aljustrel, dove vivevano i piccoli pastori. Per conoscere tutta la storia bisogna andare anche a Loca do Anjo e a Valinhos, altri luoghi legati alle apparizioni.

Per conoscere i dintorni, suggeriamo un itinerario che passi per Leiria, per il litorale, fra le spiagge di São Pedro de Moel e di Nazaré, e per due monumenti classificati come Patrimonio dell’Umanità, il Mosteiro da Batalha e il Mosteiro de Alcobaça.


Ricerca avanzata
Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Hai dimenticato la password?
Effetua il login attraverso le reti sociali
*Attendere, per favore. *Le istruzioni di recupero password ti saranno inviate via e-mail. *E-mail non inviato. Tenta di nuovo.
Effetua il login attraverso le reti sociali

Questo sito usa cookies per ottimizzare l'esperienza di navigazione e non conserva dati d'identificazione degli utenti.
Potete disattivare questa funzione nella configurazione del browser. Per saperne di più consultate i Termini di Utilizzo

close