www.visitportugal.com

Scoprire Sintra

Palácio da Pena
Luogo: Sintra
Photo: Turismo de Lisboa
Photo: Turismo de Lisboa

Da non perdere
  • mangiare una queijada e un travesseiro
  • passeggiare per le vie di Sintra
  • salire la Serra di Sintra in carrozza
  • godere la vista panoramica dal Palácio da Pena
  • percorrere un itinerario pedestre

Sintra, il Monte da Lua (Monte della Luna), è uno di quei luoghi magici e misteriosi in cui l’uomo e la natura si sono uniti in una simbiosi cosi perfetta che l’UNESCO lo ha classificato come Patrimonio dell’Umanità.

Itinerario per un giorno
Mattino
Qualsiasi sia il programma, un’ottima idea è iniziare dal centro storico, facendo una bella colazione per prepararsi alla lunga giornata.

Nella piazza principale si vede subito il Palácio da Vila con i suoi camini conici, cosi peculiari che ci serviranno d’orientamento per tornare al punto di partenza. Il palazzo, della fine del XIVº secolo, è stato residenza estiva di vari re portoghesi. Ogni sala ha una sua peculiare decorazione e una storia da conoscere, l’interno del palazzo, poi, è un vero e proprio museo dell’arte dell’azulejo, con rivestimenti che risalgono al XVIº secolo, l’epoca in cui venne introdotta in Portogallo.

Dopo una passeggiata per i vicoli del centro e i negozi di prodotti locali, consigliamo una visita al Palácio e Quinta da Regaleira. È un palazzo del XIXº secolo, anche se sembra più antico, con una decorazione impressionante, ricca di simboli massonici. Nei pressi, si trova il palazzo di Seteais, del XVIIIº secolo, ora trasformato in hotel di lusso. Entriamo nei giardini e camminiamo fino al belvedere, dal quale si vede il Palácio da Pena, il Castelo dos Mouros e, all’orizzonte, l’oceano...

Prima di cominciare a salire sulla Serra di Sintra, conviene andare a pranzo. Si può scegliere un buon ristorante, o, magari, fare un pic-nic nel Parque dos Castanheiros, un parco per famiglie la cui entrata si trova a metà del percorso della Volta do Duche.

Pomeriggio
Il pomeriggio è dedicato a conoscere la Serra di Sintra, e scoprire il paesaggio classificato come Patrimonio Mondiale.

Prima di entrare nei giardini del parco del Palácio da Pena, di visitare lo Chalet della Contessa D’Edla e di salire al palazzo al quale Richard Strauss diede il nome di “Castello del Graal”, bisogna assolutamente visitare il Castelo dos Mouros, testimonianza della presenza araba, costruito fra l’VIIIº e il IXº secolo e ampliato dopo la Riconquista.

In cima alla Serra di Sintra si trova uno dei palazzi più romantici del Portogallo, quello da Pena, una costruzione fantasiosa, di architettura revivalista, secondo il gusto romantico ottocentesco, che si deve alla passione e all’immaginazione del re artista D. Fernando di Saxe-Coburgo Gotha, consorte della regina D. Maria II.

Ritornando nel centro storico, se per caso non lo si sia fatto il mattino, è d’obbligo fermarsi in una delle pasticcerie per assaggiare le famose queijadas (dolci di formaggio)e travesseiros (paste), delle prelibatezze per concludere in bellezza la giornata trascorsa in questa terra favolosa.

E ancora…
Nello spazio di una giornata sarà impossibile vedere tutto quello che Sintra offre, quindi si consiglia di prolungare il soggiorno, o di organizzare l’escursione in altro modo, a seconda della propria disponibilità.
Oltre ad altri musei interessanti, meritano una segnalazione il Parque de Monserrate, vasto parco con all’interno un esotico palazzo neo-gotico, e il Convento dos Capuchos, del XVIº secolo, che rispecchia i precetti di povertà dell’Ordine di San Francesco di Assisi e le cui minuscole celle rivestite di sughero contrastano con il lusso dei palazzi visitati in precedenza. A 2 km dal convento, si trova la Peninha, uno dei punti più alti della Serra di Sintra e, sulla strada del litorale, merita una visita il Museo Archeologico di São Miguel de Odrinhas, che raccoglie un’importante collezione di epigrafi, risalenti a più di duemila anni fa.

Chi visita Sintra durante i mesi fra luglio e agosto, avrà la possibilità di assistere agli spettacoli di musica classica e di danza del Festival di Sintra, che si svolgono nel Palazzo di Sintra, in quello da Pena e presso il Centro Cultural Olga de Cadaval.

Fra Sintra e Lisbona, lungo la strada IC19, si trova il Palácio Nacional de Queluz, sontuoso palazzo del XVIIIº secolo, in stile “rocaille”. Nei giardini si può assistere a un’esibizione della Scuola Portoghese di Arte Equestre e ammirare le qualità dei cavalli lusitani, allevati a Alter, in Alentejo, nell’antica scuderia della casa reale.


Ricerca avanzata
Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Hai dimenticato la password?
Effetua il login attraverso le reti sociali
*Attendere, per favore. *Le istruzioni di recupero password ti saranno inviate via e-mail. *E-mail non inviato. Tenta di nuovo.
Effetua il login attraverso le reti sociali

Questo sito usa cookies per ottimizzare l'esperienza di navigazione e non conserva dati d'identificazione degli utenti.
Potete disattivare questa funzione nella configurazione del browser. Per saperne di più consultate i Termini d’uso e trattamento dei dati personali

close