www.visitportugal.com

Live Chat

Guimarães

Largo Nossa Senhora da Oliveira
Luogo: Guimarães
Photo: António Sá
Foto: António Sá

Da non perdere
  • visitare il Parco della Città
  • passeggiare nei dintorni, seguendo i vari itinerari segnalati
  • visitare Citânia de Briteiros

Guimarães è considerata la culla del Portogallo perché vi nacque Afonso Henriques che sarebbe diventato il primo re del Portogallo.

Legato alla formazione e all’identità del Portogallo, il centro storico di Guimarães, nella zona che era compresa fra le mura, è stato classificato Patrimonio Mondiale dall’Unesco sulla base dei valori di originalità e autenticità con i quali è stato restaurato. La città mantiene un patrimonio architettonico, armonioso e ben conservato, che si manifesta negli eleganti balconi in ferro, nei terrazzi e nelle logge di granito, nelle arcate che collegano le vie strette, nel lastricato consumato dal tempo, nelle torri e nei chiostri. Per un attimo ci si sente trasportati nel medioevo, quando la nobiltà costruiva le sue dimore come la casa Mota Prego, il Palácio de Vila Flor, di Toural e tanti altri palazzi che danno a Guimarães un’atmosfera unica.

La visita può cominciare dal cuore della città bassa, il largo da Oliveira, la piazza dove si innalza il Padrão do Salado, un’edicola gotica, e la Igreja e Colegiada de Nossa Senhora da Oliveira, chiesa collegiata che contiene il notevole Museu Alberto Sampaio. Passando i Paços Municipais, palazzo municipale guarnito di merli, si arriva alla Praça de Santiago, la piazza che nel medioevo accoglieva i pellegrini in viaggio verso Compostela, cosi come oggi accoglie cittadini e turisti nei ristoranti e bari con tavolini all’aperto. Nella Rua de Santa Maria, la via che porta alla città alta, si trovano il Convento di Santa Clara, la Casa do Arco e altre case nobiliari.

Risaliamo questa via, o l’Av. Alberto Sampaio, il viale fiancheggiato dai resti delle antiche mura, che proseguono nella città alta fra il Paço dos Duques de Bragança (Palazzo dei duchi di Braganza) e il castello, sino a raggiungere l’altura, dove troviamo il già riferito palazzo, monumento del XVº secolo, in cui si osserva l’influenza dell’architettura nobiliare francese, il Monumento a D. Afonso Henriques, la romanica Cappella di S. Miguel e, infine, il Castello, che risale al Xº secolo e la cui storia è legata alla fondazione del Portogallo.

Rimane da visitare l’altra parte centrale di Guimarães, quindi scendiamo sino al Largo do Toural, piazza con una fontana cinquecentesca. La Rua D. João I, la via che nel medioevo portava a Porto, ostenta case antiche con balaustre in legno e facciate secentesche. Aggirando la chiesa del Convento di S. Domingos, nella Rua de Paio Galvão troviamo l’edificio neo-romanico del Museu Arqueológico Martins Sarmento, che ingloba anche il chiostro del convento. Un po’ più avanti l’antico mercato municipale, che oggi ospita la Plataforma das Artes e il Centro de Artes Internacional José de Guimarães, che espone una rassegna dell’opera del rinomato artista, nato in questa città.

Un po’ più lontano dal centro, il Palácio e Centro Cultural Vila Flor, bel palazzo con giardini sospesi, padiglioni e decorazioni rocaille. Da segnalare anche la chiesa barocca di Nossa Senhora da Conceição e dos Santos Passos, alla fine del Largo da República do Brasil.

Per avere un’altra veduta della città si può salire con la funivia alla località di Monte da Penha, che offre uno dei più bei panorami del nord del Portogallo, e dove si trova il frequentato Santuario di Nossa Senhora da Penha.



Esplora Esplora
Vedere di più
Cartina
Ricordare e Condividere
yukie sugiura
ギマランイスからブラガに行く途中の山道、場所は分かりませんが、とても惹かれた場所でした
CYNTHIA ADINA KIRKW
Three years ago, my husband, Huw, our son, Caladon and I packed pots and (...)
Eventi Eventi
Vedere di più
Guimarães Jazz
Guimarães Jazz
Se le piace la musica jazz, non perda il festival che, giá dalla sua prima (...)
Ricerca avanzata
Pianificazione Guarda i contenuti che hai selezionato e crea il Piano o la Brochure
Hai dimenticato la password?
Effetua il login attraverso le reti sociali
*Attendere, per favore. *Le istruzioni di recupero password ti saranno inviate via e-mail. *E-mail non inviato. Tenta di nuovo.
Effetua il login attraverso le reti sociali